News

Diritto di replica - Federnoleggio risponde ai lettori del blog NCC Italiani

Roma, 24 marzo 2011
 

Per rispetto ai lettori del Blog NCC Italiani, ripeto quello che ho detto, quando è stato il mio turno, a Turrà Enac,  Treggiari AdR e Boccaccini Assessore Mobilità Fiumicino, durante la riunione del 21 marzo scorso con 1) Anc Fast, 2) Anitrav, 3) Confartigianato noleggio, 4) CNA noleggio, 5) Fai Trasporto Persone Confcommercio Nazionale, 6) FederNCC Confcommercio Roma, 7) Federnoleggio Confesercenti, 8) Felsa Cisl.

Uso il verbo ripetere perchè, quando è stato il mio turno, ho ripetuto ciò che tutti avete letto sulle mie note prima della riunione e debbo dire che tutti e otto i rappresentanti, compreso Ferri, hanno fatto altrettanto quando è stato il proprio turno.

Questo è avvenuto semplicemente perchè quelle che ho scritto sono le osservazioni di buon senso che abbiamo fatto tutti ed alle quali abbiamo chiesto di avere risposte e soddisfazione, al di là degli strilli e della pubblicità.

Io mi sono limitato a scriverle dopo averle condivise con Toti e con gli associati Federnoleggio più vicini. Così come le ho ripetute poi nell’ordine durante la riunione, quando è stato il mio turno. Unica aggiunta è stata che, avendo appositamente pagato due ticket al polmone poco prima della riunione, li ho presentati per evidenziare che, nei primi 27gg, abbiamo ritirato un totale di 37.032 ticket per un totale di 74.000 € all’AdR ma l’unica cosa che abbiamo visto è stato il loro impiegato che, ogni ora, passa con il sacco a ritirare le monete. Ho anche aggiunto che, proiettando il dato a dodici mesi compresa l’alta stagione, parliamo di circa un milione di euro che è circa un terzo in più di quanto pagano ogni anno tutte e tre le sub concessionarie messe insieme.

Questo è quanto ho detto alla riunione, ribadendo quanto avevo scritto, con la convinzione che fare una selezione istituzionale, non personale o delle Associazioni, delle imprese NCC a tutela della concorrenza va a beneficio delle imprese sane che prenotano, fatturano e pagano tasse e dipendenti.

Convinzione condivisa da tutti al tavolo, compreso Ferri che ha chiesto chi dovrebbe selezionare e Turrà ha risposto che Enac potrà chiedere la verifica del possesso dei requisiti delle imprese.

Ripeto qui che parte significativa di quelli che chiamiamo nostri colleghi sono la causa della guerra che subiamo da oltre due anni e Federnoleggio non li considera colleghi ed intende impedirgli di continuare a nuocere alla Categoria NCC. Oltretutto dobbiamo anche sfatare la favola dei 7.000 iscritti in lista bianca ZTL Roma, visti i numeri del polmone.

Per tornare alla riunione sul polmone ricordo che Treggiari, molto sollecitato a farlo da noi e da Turrà, ha invitato venerdì 25 marzo tutti e otto gli stessi rappresentanti delle Associazioni NCC in AdR.

Dovrà dirci come e quando, ragionevolmente prima del successivo incontro del 3 maggio prossimo per tirare le prime somme, risolverà gli aspetti tecnici che si è impegnato a risolvere e che sono sempre quelli che condividiamo tutti e che ho scritto il giorno 20, prima dell'ultimo incontro.

Domani, per onore di verità, consegnerò copia di questa mia nota a ciascuno dei partecipanti all’incontro in AdR.

Sempre per onore di verità preciso che non mi faccio condizionare dal bassissimo livello interlocutorio con cui si cerca, mi sembra ormai per abitudine di una sola parte, di intersecare sfera personale, associativa e politica in modo tale da precludere quasi il confronto che, come ho già scritto altre volte, dovrebbe invece arricchirsi anche e proprio con le opinioni diverse.

Osservo infine che l'urgenza dell'argomento polmone è chiara per tutti ma sembra che non sia chiara l'importanza della vittoria legale dell'avvocato Troianiello con Federnoleggio sul 29 I quater, udienza discussione sospensiva già ottenuta fissata il 6 aprile prossimo: riparliamone.

 

Cordiali saluti
Luigi Pacilli, Presidente Federnoleggio Roma e Lazio