Comunicato Stampa

Subito al lavoro la nuova Presidenza Federnoleggio Roma e Lazio

Rilevato l’incarico, la nuova Presidenza di Federnoleggio Confesercenti Roma e Lazio, ha incontrato la settimana scorsa i responsabili della Camera di Commercio di Roma per la questione del progetto di revisione del ruolo conducenti. Nell'incontro la Dott.sa Coratella ha preso atto delle criticità da noi sollevate, prima fra tutte la questione della residenza o del domicilio in Provincia. Abbiamo inoltre messo a sua disposizione tutte le strutture in nostro possesso al fine di poter essere a disposizione della categoria innanzi tutto per evitare una serie di disservizi, come cancellazioni coatte che hanno colpito operatori ignari.
Giovedì scorso invece, siamo stati ricevuti dal Dott. Treggiari dell'ADR con il quale abbiamo potuto discutere su un progetto da noi elaborato per la creazione di un’area professionale dedicata, al livello 0, per gli operatori ncc non sub concessionari. Il progetto è stato apprezzato e verrà sottoposto ai tecnici dell'ADR. Altra questione sollevata durante l’incontro è stato il modulo per la tessera prepagata che verrà modificato a breve. Si è anche parlato di un area provvisoria per un Pick Up Point sempre a livello 0, dove prelevare i clienti già usciti dal terminal. Abbiamo avuto modo di riparlare con il Dott. Treggiari dell'ADR, che seppur in partenza per un breve periodo di ferie non ha esitato a confermare che tutte le nostre osservazioni erano assolutamente ragionevoli e che pertanto ci avrebbe fatto conoscere le decisioni dell’ ufficio tecnico incaricato. Restiamo fiduciosi ed al tempo stesso non ci facciamo illusioni. Come sempre il percorso è in salita e gli ostacoli non mancano. Quello che vediamo oggi non ci piace e non piace neanche alla nostra clientela. Il livello 0 oggi appare campo aperto per abusivi di ogni tipo. Tolti i taxi ed i sub concessionari, anche se a volte abbiamo rilevato che invece di 5 auto ce ne sono 10, ai bus autorizzati, tutti gli altri non si capisce a che titolo sono li. Park and fly, parching go etc. etc. oltre a non avere titolo per essere li, non hanno neanche il titolo per svolgere quel servizio. Fino a quando ? L’ADR è informata, ha le sue difficoltà organizzative, sicuramente non è ADR a gestire i pochi vigili presenti in aeroporto, ma cosi non siamo disposti ad andare avanti. Dopo l’incontro, con il cortese Dott. Treggiari siamo certi che qualcosa cambi, noi abbiamo offerto collaborazione esperienza ed un progetto, non chiacchiere da polmone, ora attendiamo, a breve risposte concrete. Le imprese ncc hanno già pagato troppo.

28/07/2011