Comunicato Stampa

Comunicato alla categoria

FEDERNOLEGGIO CONFESERCENTI ROMA E LAZIO, dopo quasi un anno dagli impegni verbali assunti durante l’intervento al nostro convegno dell’allora Presidente della Commissione Mobilità, oggi Assessore Mobilità di Roma Capitale On.le Antonello Aurigemma, ci saremmo aspettati un cambiamento di rotta concreto da parte dell’amministrazione comunale nei confronti della categoria NCC ma probabilmente l’Assessore Aurigemma è rimasto vittima della politica capitolina.
La nostra disponibilità, dimostrata sin dal 2005 nel concordare la presentazione spontanea dei documenti per l’accesso alla ZTL romana, viene per l’ennesima volta fraintesa come un segnale di debolezza.
Non è possibile continuare a tollerare che nella nostra città operino abusivamente società, privati ed enti pubblici, esercenti senza nessun titolo il trasporto pubblico non di linea (vedi eventi sportivi, cinematografici etc.) mentre viene ostacolato con ogni mezzo lo svolgimento regolare dell’attività dei titolari di autorizzazione di noleggio con conducente, NCC.
Per questi motivi la Federnoleggio Confesercenti Roma e Lazio, in attesa dell’emanazione della Delibera del nuovo Regolamento servizi pubblici non di linea a Roma, con relativa costituzione della Commissione Consultiva, si riserva di valutarne la legittimità in tutte le sedi opportune.
Se necessario si esprimerà il TAR: per la terza volta, con la stessa Giunta, sullo stesso tema.
FEDERNOLEGGIO CONFESERCENTI Roma e Lazio contesta anche all’aeroporto di Fiumicino un epilogo diverso delle aspettative sulle quali si è lavorato nei mesi scorsi con ENAC e ADR.
E’ sotto gli occhi di tutti il disastro della viabilità secondaria dell’aeroporto che, per quasi tutto il giorno, è intasata dal traffico privato, impedendo di fatto il regolare flusso del servizio pubblico i cui attori non sub concessionari, oggi contribuenti ADR per importi superiori al totale dei colleghi sub concessionari, vengono discriminati con il divieto di accesso alla viabilità primaria, giustamente riservata ai servizi pubblici con progetto originale ampiamente condiviso.
L’unico successo delle modifiche introdotte alla viabilità aeroportuale è l’area polmone dedicata agli NCC non sub concessionari che, in tre mesi, ha portato nelle casse di ADR circa 250.000,00 €.
Gettito prodotto senza alcun beneficio per chi lo ha versato nella speranza di migliorare le proprie condizioni di lavoro e la qualità del servizio reso all’utenza nell’area aeroportuale. Speranze deluse nei fatti. Senza contare che in aeroporto continuano ad operare privati e società senza titoli autorizzativi, apparentemente esenti dall’obbligo di rispettare parcheggio polmone, pagamento tickets e stalli dedicati.
FEDERNOLEGGIO CONFESERCENTI Roma e Lazio, rispetto alla partecipazione del proprio Presidente al Convegno CISL, tiene a ribadire che un Sindacato dei lavoratori dipendenti non potrà mai rappresentare una categoria di imprenditori ed in futuro Federnoleggio Confesercenti Roma e Lazio non siederà ai tavoli di confronto istituzionale con CISL, UGL o CGL.
FEDERNOLEGGIO CONFESERCENTI Roma e Lazio conferma che, come si è sempre contraddistinta, è disponibile con i Sindacati di categoria ad un confronto democratico sulle tematiche riguardanti il trasporto pubblico non di linea.
FEDERNOLEGGIO CONFESERCENTI Roma e Lazio, prima di indire lo stato di agitazione della categoria, invita tutte le parti in causa ad un confronto leale e rispettoso delle normative Italiane ed Europee in tema di trasporto pubblico non di linea, sollecitando tutti i colleghi a vigilare e segnalarci eventuali abusi.

01/07/2011