Comunicato Stampa

Comunicato Stampa Federnoleggio: NCC servizio diverso da quello dei Taxi

Luigi Pacilli, presidente Federnoleggio Confesercenti Roma e Lazio, ringrazia il candidato consigliere regionale UDC Pietro Sbardella ed il deputato Luciano Ciocchetti, ricordando che a febbraio 2009 scese in piazza da noi il Presidente Pierferdinando Casini assicurandocene l'appoggio di cui oggi prendiamo atto.
La differenza tra servizio NCC e Taxi esiste ed è chiara già nella pur vecchia legge nazioanle vigente, la 21/92.
Il problema è che il tavolo comune a cui si fa riferimento, dopo un anno di sterile dibattito, ha prodotto l'inaccettabile protocollo sottoscritto dal Ministro Matteoli il 10 febbraio scorso e che ancora non ha modificato il 29 primo quater.
Protocollo che Federnoleggio Confesercenti non ha firmato e che ha combattuto e combatte alla Commissione Trasporti della Camera, ottenendo l'Ordine del Giorno Valducci, alla Conferenza Stato Regioni ottenendone l'appoggio presso più di un Ministro, a Bruxelles ottenendo l'avvio della pratica di infrazione per violazione dei principi del Trattato CE contenuti nel Protocollo e nel 29 primo quater.
Tuttavia Federnoleggio, prosegue Pacilli, viste insufficienti queste azioni istituzionali ininterrotte e nonostante sia stata costretta a scendere in piazza a Roma e Firenze con più di 3000 NCC di tutta Italia per rendere più visibile la misura del disagio e dell'ingiusto danno economico alle piccole imprese NCC regolari, apprezza l'appoggio dell'onorevole Ciocchetti e del candidato Sbardella, così come dei molti deputati e senatori di maggioranza o consiglieri comunali romani di maggioranza che si sono resi conto della spinta di Alemanno ad esclusivo favore dei Taxi.
Il Consiglio dei Ministri n.87 di venerdì sera scorso 19 marzo, riconosce la necessità dei 60gg di proroga e riconosce, con l'affiancamento del Ministro Scajola al Ministro Matteoli, finora referente unico di Alemanno e Taxi, la necessità di dare un taglio allo sterile dibattito che si consuma da oltre una anno al Tavolo Tecnico del Ministero Trasporti.
Tavolo da cui, conclude Pacilli, Federnoleggio Confesercenti è stata democraticamente allontanata dopo aver rifiutato di sottoscrivere un protocollo illegale che, settimana prossima a Bruxelles in mancanza di proroga, avrebbe permesso l'apertura dell'infrazione europea prima delle elezioni.

Roma, 22 marzo 2010