Comunicato Stampa

LASA
Confartigianato

TUTTI I NOLEGGIATORI AL PRESIDIO DEL GIORNO 28 LUGLIO
ALLE ORE 7 IN VIA R. RAIMONDI GARIBALDI

Noleggio con conducente (NCC): il rinvio al 31 dicembre della legge Gargano è necessario per la regione Lazio per rientrare nella legalità 

Le associazioni di categoria del noleggio con conducente (N.C.C.) hanno richiesto un incontro con i Capigruppo Consiliari della Regione Lazio e con il Presidente della Commissione Mobilità Enrico Luciani per motivare e sostenere la richiesta di rinviare al 31 dicembre 2005 l’entrata in vigore della Legge Regionale n.7 del 14/02/2005 (c.d. “Legge Gargano”), così come proposto dal Capogruppo della Margherita dott. Mario Di Carlo.
La situazione è quantomeno paradossale e fantozziana in quanto pende sulla legittimità della legge regionale una richiesta alla Commissione Europea di inizio di procedura di infrazione su una situazione giuridica distorsiva del mercato, in evidente contrasto con gli obblighi che il diritto comunitario impone allo Stato Italiano e alle sue articolazioni territoriali.
Si ricorda inoltre che, per la palese illegittimità di alcuni articoli della Legge stessa, anche il Servizio Legislativo del Consiglio della Regione Lazio aveva espresso in precedenza parere sfavorevole a tale Legge Regionale.
A questo si aggiunge il parere del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti il quale, riferendosi ad un parere espresso dal Consiglio di Stato in materia, riconosce che le limitazioni imposte dalla Legge Regionale 7/2005 sono in contrasto con il disposto legislativo della legge nazionale e con il parere dell’Autorità Garante del Mercato (Antitrust).
Lo slittamento del termine di entrata in vigore di detta legge quindi è necessario e forse anche insufficiente per consentire all’Amministrazione Regionale del Lazio di modificare le disposizioni contestate e rientrare così nel pieno rispetto delle norme nazionali ed europee.

Roma, 27/07/2005