Articolo

Corriere della Sera - ROMA
Data: 21/08/2008

pag. 1

Trasporti Sanzionati quasi sempre conducenti di fuori Roma
Noleggiatori senza regole: 750 multe su 3.000 controlli

Abusivi, imprudenti o «distratti»: negli ultimi otto mesi, il gruppo di pronto intervento del traffico capitolino, diretto da Raffaella Modafferri, ha monitorato il settore delle auto a noleggio. Mentre il governo discute l'opportunità di inasprire le penali a chi viola il codice stradale, i vigili urbani evidenziano irregolarità e abusi nel trasporto privato cittadino. E il 98% dei controlli ha riguardato autisti con licenza d'altra provincia. Ma Federnoleggio replica prontamente: «attenzione a non equivocare: non esiste un abusivismo geografico, gli irregolari danneggiano anche noi».

pag. 2

Trasporti Il bilancio dell'attività compiuta dai vigili urbani
Noleggio senza regole il record è a Fiumicino
In otto mesi 3.100 controlli, 750 multe

Dalla municipale 750 multe agli Ncc. Federnoleggio: «Gli abusivi danneggiano anche noi»

Senza specchietto retrovisore né estintore. Sprovvisti di carta di circolazione, revisione e licenza.

Abusivi, imprudenti o «distratti »: negli ultimi otto mesi, il gruppo di pronto intervento del traffico capitolino, quaranta vigili diretti da Raffaella Modafferri, ha monitorato il settore delle auto a noleggio. I conducenti che gravitano attorno alla domanda turistico-imprenditoriale romana sono stati controllati e in qualche caso sanzionati (mancata verifica dei requisiti di sicurezza e della documentazione). Settecentocinquanta multe su 3100 controlli effettuati.

I controlli partiti dal 1 gennaio di quest'anno, fotografano un servizio di autonoleggio piuttosto impreparato (ai controlli?) con infiltrazioni abusive e punte di ambiguità: nel 2008, ad esempio, la stessa direzione aeroportuale di Ciampino è dovuta ricorrere a severe ordinanze per scoraggiare la caccia al turista all'interno dello scalo praticata da taxisti e noleggiatori. Ambiguità e abusi condannati dalla stessa associazione di categoria Federnoleggio: «Tirare il turista per la manica o andare a caccia di clienti all'interno degli scali non è da noleggiatori» dice Luigi Pacilli presidente di Federnoleggio del Lazio.

Aggiungendo ai dati della polizia urbana quelli dei carabinieri aeroportuali (è di 48 ore fa il sequestro di una vettura a un abusivo privo addirittura di patente) si può parlare (come infatti fa la municipale) di impegno «per cercare di contenere il frequente fenomeno dell'abusivismo nel settore, particolarmente diffuso, specie in questo periodo di vacanze, nei due scali romani di Ciampino e Fiumicino».

Colpisce anche (quanto certi sfrontati esempi di esercizio abusivo della professione) la provenienza di questa offerta dii trasporto metropolitano. Il 98% delle sanzioni effettuate riguarda autisti con licenza rilasciata fuori Roma. Da Federnoleggio l'invito a distinguere tra abusivi e regolari evitando «discriminazioni geografiche» dice Pacilli.

«Se dovessimo discriminare un conducente solo perchè la sua licenza è stata rilasciata fuori Roma quanti lavoratori salveremmo? Gli abusivi ci sono e danneggiano anche noi ma la provenienza non c'entra ». Pacilli si dichiara preoccupato: «Ho paura che tra taxisti e conducenti possano ricrearsi le tensioni di qualche anno fa». Pacilli smorza i toni, ma al guinnes dei primati (surreali) partecipano varie amministrazioni di provincia. Poche però hanno davvero la possibilità di farcela contro la chietina Francavilla: 580 licenze di Ncc assegnate, in un paese di ventimila abitanti. Una licenza ogni quaranta anime.

Ilaria Sacchettoni